La dieta che sfrutta gli integratori

La dieta dimagrante deve essere costituita da un piano alimentare ben bilanciato, leggero e studiato sulle esigenze del singolo. Una dieta corretta, la pratica di eseguire della buona attività fisica e la scelta dei giusti integratori alimentari sono i pilastri che aiutano chi desidera perdere peso a raggiungere obiettivi utili in breve tempo, salvaguardando la salute ed evitando che si manifesti un recupero repentino dei chili faticosamente persi.

Una buona dieta dimagrante si basa quindi sulla scelta di un piano alimentare felice e che sia in grado di rendere i pasti buoni, bilanciati e appaganti. Solo in questo caso le persone che stanno cercando di non perdere peso possono contare su un’alimentazione saziante e controllata. Ma come è possibile non avvertire i morsi della fame? Spesso chi è goloso o è abituato a condurre una dieta disordinata può soffrire il repentino cambiamento di abitudini, quindi è ideale scegliere integratori per dimagrire che siano in grado di contenere la sensazione di appetito.

Mediobanca chiude periodo con utili sopra le attese

mediobanca_sede

Mediobanca ha chiuso i risultati dell’esercizio 2015-16 con un utile netto pari a 605 milioni di euro, in aumento su base annua del 2 per cento, e attestandosi così al di sopra delle stime di consenso che risultavano pari a 570 milioni di euro. Tra i principali ruoli positivi, in grado di spingere al rialzo i dati della società, un contributo particolare è stato fornito dal settore del credito al consumo che ha registrato un utile netto raddoppiato rispetto al precedente esercizio a 171 milioni di euro.

Al via la nuova procedura di costituzione delle start up online

prestiti

Dallo scorso 20 luglio ha preso il via la nuova procedura di semplificazione nel processo di costituzione delle imprese: una nuova procedura di costituzione online delle start up, che dovrebbe rendere molto più comodo ed economico l’iter di avvio di una nuova impresa. Ma in che modo sarà possibile creare una start up attraverso la nuova procedura agevolata? Quali saranno i passi che occorrerà fare per poter dare via alla propria nuova iniziativa imprenditoriale usufruendo delle oppotunità che sono state concesse da un recente intervento di legge?

FCA, nuova crescita delle vendite nel mese di giugno

FCA1

Ancora buone notizie per FCA. Il gruppo italo statunitense guidato da Sergio Marchionne ha infatti ottenuto, nel mese di giugno, una prestazione molto più positiva rispetto alla media del mercato, incrementando la propria quota di mercato al 6,5 per cento, contro la precedente quota di riferimento del 6,2 per cento. Merito, naturalmente, delle vendite aumentate del 12,9 per cento, contro una media di mercato del 6,5%. Pertanto, una prestazione che è praticamente doppia rispetto a quanto è stato potuto riscontrare come media all’interno dell’area UE28, più le nazioni che aderiscono all’EFTA.

Manca poco alla carta di identità elettronica

id-1249810_960_720

Mancano pochi giorni al via della carta di identità elettronica. Entro il mese di settembre saranno infatti circa duecento i comuni che potranno rilasciare questo nuovo documento, sul quale si punta parecchio in termini di semplificazione e sicurezza. E già a partire dal 4 luglio in alcuni comuni si potrà ufficialmente richiedere la versione elettronica della carta di identità, che avrà un costo di 13,76 euro, e potrà essere richiesto presso gli uffici comunali abilitati, come confermato dal decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze, attraverso il quale è stato stabilito il costo del documento.

Quante rate e bollette non pagheremo nel 2016

stromkosten-533818_960_720

Stando a quanto sancito dall’Unrec, l’Unione nazionale delle imprese di recupero crediti, nel 2015 le rate del mutuo o di prestiti sottoscritti per l’acquisto di beni di consumo, le bollette di luce, gas e telefono non saldate, sono state pari a 58,9 miliardi di euro, per una quota del Pil nazionale pari addirittura al 3,6 per cento. Un dato allarmante, in continua crescita rispetto agli scorsi anni (nel 2012 era pari a 42,9 miliardi di euro), e che è tuttavia da leggersi con la flessione del numero di pratiche avviate per la riscossione dei crediti (38,1 milioni, contro le 40,6 milioni dello scorso anno).

Quali sono le migliori società dove lavorare in Italia?

innovation_management

Recentemente è stata pubblicata la nuova classifica del Great Place to Work Italia. Ovvero, le migliori società, promosse dagli stessi dipendenti, in cui è più piacevole lavorare. Ma quali sono stati gli esiti di questa analisi?

L’osservazione – occorre dirlo fin in sede di apertura – sembra essere piuttosto avara per le società italiane, tanto che nei podi di categoria solamente una delle aziende individuate è tricolore. Ma andiamo con ordine.

Macchie scure sui denti, come eliminarle?

siyah-dis-lekeleri

Le black stain sono comuni macchioline scure che spesso guastano il sorriso dei bimbi, soprattutto nei piccoli in età scolare, che nel 50% hanno la tendenza a ripresentarsi anche quando i denti da latte lasciano il posto ai permanenti. Ma perchè i piccoli possono soffrire delle macchie scure sui denti? E come è possibile eliminarle?

Rai recupera audience nei confronti di Mediaset

finger-769300_960_720

Stando a quanto certificato dall’Osservatorio trimestrale dell’Agcom, diffuso pochi giorni fa, con dati aggiornati a dicembre 2015, lo scorso anno si è concluso con audience in crescita per la Rai, e in calo per Mediaset, che da un anno all’altro deve far fronte ad ascolti in diminuzione.

Più complessivamente, dallo studio Agcom emerge come nel 2015 Rai e Mediaset si siano ampiamente confermati in qualità di principali operatori televisivi in termini di audience con, rispettivamente, il 38 per cento e il 30,2 per cento di quote di ascolto nel giorno medio. Una leadership che comunque ha subito una qualche forma di logorio visto che i livelli di share sono ben inferiori rispetto al 2010 – ricordava il quotidiano Il Sole 24 Ore – valutato che all’epoca l’emittente pubblica nel giorno medio aveva uno share del 41,3 per cento mentre a fine 2015 si è attestata al 38 per cento. Contemporaneamente, dal 37,4 per cento la quota d’ascolto di Mediaset nel 2010 è scesa al 30,2 per cento.

Primo utile in arrivo per Ntv

NTV_.italo_

Ntv, la società dei treni Italo, ha chiuso lo scorso anno con ricavi ammontati a 308 milioni di euro, e un ebitda operativo che per la prima volta è stato positivo per 58 milioni di du euro. Per la prima volta dal’inizio delle sue attività (prima parte del 2012), la società di Italo ha dunque visto l’utile ante imposte con il segno positivo, per 1,8 milioni di euro.

A ricordare i dati preliminari di cui sopra è la stessa società, che sempre in riferimento a quanto è avvenuto nel 2015, ha evidenziato costi di esercizio per 258 milioni di euro e un aumento dell’offerta del 4,2 per cento. Al risultato dell’ebitda operativo hanno contribuito in maniera più puntuale circa 8 milioni di euro relativi ai certificati bianchi assegnati.