Una nuova gravidanza dopo un aborto

aborto

Un aborto è un evento traumatico per qualsiasi donna, che ha conseguenze psicologiche e fisiche.In questo articolo vogliamo rispondere alla domanda che frequentemente ci pongono le nostre utenti: quanto tempo aspettare prima di una nuova gravidanza dopo un aborto? Si tratta di una questione lungamente dibattuta e che a tutt’oggi non pone d’accordo la comunità scientifica.

Gravidanza dopo un aborto

Infatti l’Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che il tempo giusto sia sei mesi. Quindi prima di tale periodo sarebbe sconsigliato provare a concepire un altro bambino.Tradizionalmente si è sempre detto che bastava attendere il primo ciclo mestruale post-aborto, per poter riprovare a concepire nuovamente.

Una recente ricerca condotto su un campione di più di 30 mila donna, sarebbe però arrivata alla conclusione che rimanere incinte prima dei sei mesi successivi all’aborto sarebbe preferibile, in quanto ridurrebbe una serie di rischi. In particolare ci sarebbero meno probabilità di un nuovo aborto, meno rischi di un parto prematuro, più probabilità di portare a termine una gravidanza serena ed in salute sia per il bambino che per la futura mamma.

Ciò è ancora più vero se parliamo di mamme over 35, in quanto come sappiamo dopo questa età, la curva della fertilità tende a decrescere e si hanno più probabilità di concepire un neonato con deformazioni o problemi di salute. Questi periodi di attesa sono chiaramente da considerarsi nel caso in cui la donna abbia un utero sano, senza lesioni e senza alcuna infezione.

In caso contrario, dovrà attendere più tempo del dovuto. In aggiunta a queste varie tesi che vi abbiamo presentato, quando vi recherete dal vostro ginecologo, vi renderete conto che ogni medico più o meno ha una propria idea su quanto tempo occorra attendere tra un aborto ed una nuova gravidanza.

A tal proposito la comunità medica, e non solo, si divide in due grandi filoni: da un lato c’è chi consiglia alla donna, ed alla coppia in generale, di provare subito a concepire un nuovo bambino, per superare più velocemente il trauma della perdita. Altri invece, dal canto loro, sostengono l’importanza dell’elaborazione del lutto.

Lungi dal volerci, in questa sede, schierare con gli uni o con gli altri, consigliamo invece alle donne, future mamme, di fare come si sentono, valutando non sono le loro condizioni fisiche ma anche quelle psicologiche. Se pensate di avere bisogno di tempo per superare il dolore, di un momento da vivere da sole con il vostro partner, allora è giusto aspettare. In caso contrario, potete subito riprovare.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply