Prestiti: per i pensionati è più facile ottenerne uno

prestiti

Molti potranno meravigliarsi ma ottenere un prestito personale per chi è in pensione è molto più semplice di quanto si possa pensare. Gli istituti di credito, infatti, sono attratti dalla sicurezza rappresentata da un reddito come la pensione che, a tutti gli effetti, viene pagata dallo Stato e, quindi, non è soggetta a dinamiche di mercato.

Insomma lo Stato non è un’azienda che può fallire da un momento all’altro e, proprio per questo, le banche preferiscono di gran lunga erogare prestiti ai pensionati piuttosto che ad un lavoratore precario o ad un dipendente di qualche azienda che non se la passa benissimo (e in questo periodo sono molte).

Ovviamente devono sussistere i presupposti giusti per poter permettere all’istituto di credito di erogare il finanziamento. Qui di seguito abbiamo riassunto i requisiti che, solitamente, vengono richiesti dalle banche:

  • reddito: solitamente viene richiesto un reddito minimo di 1000 euro, ma nel caso di entrambi i coniugi pensionati l’importo è comulabile e si può ottenere maggiore credito da parte della banca o della finanziaria a cui ci si rivolge;
  • età: è difficile, se non impossibile, trovare un istituto di credito che eroghi finanziamenti a chi ha più di 75 anni di età. Ovviamente si può aggirare questo limite sottoscrivendo un’assicurazione sui prestiti che provveda al saldo del debito in caso di morte prematura dell’anziano.
  • debiti: se vi sono debiti già in corso è molto difficile che la banca eroghi un nuovo finanziamento a meno che l’importo della pensione non sia sufficiente alto per sopportare entrambe le rate.

Va anche detto che i prestiti personali per i pensionati Inps possono essere richiesti anche da chi è stato segnalato in Crif o protestato per il mancato pagamento di debiti pregressi. Questo è possibile grazie alla cessione del quinto della pensione che consente di aggirare l’ostacolo facendo pagare la rata direttamente all’Inps. Ovviamente sarà poi l’ente previdenziale stesso a trattenere l’importo della rata dalla pensione e saldare solo il dovuto alla fine di ogni mese.

Nel complesso possiamo dire che ottenere un prestito per un pensionato è piuttosto semplice a patto, ovviamente che vengono soddisfatti quei pochi requisiti che abbiamo specificato qui sopra. Non è un caso, quindi, se molti istituti di credito e motori di ricerca online dedicati al settore dei finanziamenti, hanno registrato un aumento cospicuo di richieste di prestito proprio da parte degli anziani.

Spesso questi finanziamenti vengono richiesti senza finalità (quindi la richiesta viene fatta per liquidità) in quanto vengono utilizzati per aiutare un figlio o un nipote che ha maggiori difficoltà ad accedere al credito vista l’attuale crisi del lavoro. Insomma ancora una volta sono i pensionati, i nostri genitori o nonni, a contribuire in modo determinante al sostentamento delle nuove generazioni, in molti casi anche chiedendo un prestito.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply