Mediobanca chiude periodo con utili sopra le attese

Mediobanca ha chiuso i risultati dell’esercizio 2015-16 con un utile netto pari a 605 milioni di euro, in aumento su base annua del 2 per cento, e attestandosi così al di sopra delle stime di consenso che risultavano pari a 570 milioni di euro. Tra i principali ruoli positivi, in grado di spingere al rialzo i dati della società, un contributo particolare è stato fornito dal settore del credito al consumo che ha registrato un utile netto raddoppiato rispetto al precedente esercizio a 171 milioni di euro.

Tra gli altri spunti ottenibili, in miglioramento anche l’utile operativo, che si è attestato a 736 milioni di euro (+11 per cento su base annua), contro i 705 milioni di euro del consenso. Il margine di interesse è risultato invece pari a 1,2 miliardi di euro, in crescita su base annua del 5,6 per cento, e in grado di condurre i ricavi totali a 2,04 miliardi di euro, sostanzialmente invariati (+0,1 per cento) rispetto a quelli del precedente esercizio. a livello patrimoniale, il coefficiente CET1 fully phased è stato pari al 12,6 per cento.

A questo punto, valutati i risultati che sono stati fin qui ottenuti, il management ha proposto la distribuzione di un dividendo 0,27 euro per azione, in aumento dell’8 per cento rispetto al precedente 01,25 euro, con il payout (cioè la quota di utile distribuito agli azionisti) che è salito al 38 per cento.

Per quanto concerne le altre notizie della giornata, Azimut ha annunciato di aver registrato nel corso del mese di luglio una raccolta netta totale pari a 923 milioni di euro, portando la raccolta da inizio anno ad oggi a quota superiore a 4,3 miliardi di euro, confermandosi così come protagonista di un buon trend che potrebbe subire ulteriori accelerazioni nel corso dei prossimi mesi, e ponendosi sulla giusta strada per una spinta di fine anno.

Tra le ulteriori notizie societarie, rileviamo altresì come il Gruppo Leonardo Finmeccanica abbia annunciato un nuovo ordine da parte della Guardia Costiera italiana per la fornitura di due elicotteri bimotore intermedi AW139. In aggiunta, il gruppo ha annunciato anche la firma di un contratto da parte del governo del Pakistan per la fornitura di diversi elicotteri dello stesso tipo. Entrambe le notizie potrebbero fornire un buono spunto alla società italiana, per poter prolungare ulteriormente il proprio momento, e terminare l’anno con prospettive ancora migliori delle previsioni.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply