Apple festeggia vendite iPhone e pensa a gran finale di 2015

Apple-iPhone

Apple può ben festeggiare gli oltre 40 milioni di smartphone venduti, puntando a chiudere alla grande un esercizio che andrà ricordato per la sua capacità di consolidare la presenza commerciale nel segmento di fascia alta. A dimostrazione di ciò, la società di Cupertino ha chiuso il quarto trimestre dell’esercizio 2014-2015 (terminato il 30 settembre 2015) con utili superiori alle stime degli analisti, spinti al rialzo dalle buone prestazioni dell’iPhone, con il melafonino che ha generato un fatturato di 32,2 miliardi di dollari su un totale di 51,1 miliardi, in forte crescita rispetto ai 42,1 miliardi dello stesso trimestre dello scorso esercizio fiscale.

Buoni anche i risultati in termini commerciali, considerato che i iPhone sono state vendute 48,04 milioni di unità, ben oltre i 39,27 milioni di smartphone commercializzati un anno prima e appena sotto le stime degli analisti, fissate a 48,72 milioni.

Dunque, alla luce dei risultati sopra delineati, emerge come l’iPhone abbia ribadito la propria forza commerciale sul segmento di fascia alta, garantendosi probabilmente anche un quarto trimestre solare di tutto rispetto. Come se non bastasse, a rasserenare ulteriormente gli investitori hanno poi pensato Tim Cook, ceo di Apple, e il cfo Luca Maestri. I due manager hanno infatti dichiarato che “l’esercizio fiscale 2014-2015 è stato per Apple quello di maggior successo di sempre, con fatturato in crescita del 28% fino a quasi 234 miliardi di dollari; andiamo verso la stagione natalizia con la nostra line-up di prodotti più forte di sempre”.

È stato poi aggiunto che “i risultati record registrati nel trimestre hanno guidato la crescita del 38% dell’utile per azione e il flusso di cassa operativo di 13,5 miliardi di dollari. Nel corso del trimestre abbiamo restituito oltre 17 miliardi di dollari agli azionisti attraverso il riacquisto di azioni proprie e i dividendi, arrivando a oltre 143 miliardi dei 200 miliardi previsti dal nostro programma sul ritorno del capitale”.

Scendendo le righe del conto economico riclassificato leggiamo poi di un margine lordo di Apple pari al 39,9%, in ulteriore crescita rispetto al 38% registrato un anno prima. Per quanto attiene i risultati asiatici, in Cina le vendite sono praticamente raddoppiate su base annuale anche se leggermente calate rispetto al trimestre precedente.

Per l’ultimo trimestre dell’anno Apple ha poi confermato un fatturato compreso fra 75,5 e 77,5 miliardi di dollari e un margine lordo fra il 39 e il 40%.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply